JAGUAR LAND ROVER, COERENTEMENTE AL SUO IMPEGNO PER LA SOSTENIBILITÀ, IMPIEGA SOLO ENERGIA ELETTRICA PROVENIENTE DA FONTI RINNOVABILI

2017_03_Sustainability_680x450.jpg

Jaguar Land Rover Automotive, la maggiore Casa Automobilistica britannica, ha firmato un accordo con EDF Energy per la fornitura da fonti rinnovabili, - fino al marzo 2020 - di tutta energia elettrica necessaria alle proprie attività.

La fornitura è garantita dalla REGO (Renewable Energy Guarantees of Origin) il che significa che una parte dell'energia rinnovabile prodotta da EDF Energy è riservata esclusivamente a Jaguar Land Rover. Lo schema REGO certifica la quota di fornitura derivante da fonte rinnovabile: il 100%, nel caso di Jaguar Land Rover.

Ian Harnett, Executive Director of Human Resources and Global Purchasing di Jaguar Land Rover, dichiara: "Il nostro futuro è pulito, efficiente, a scarse emissioni di carbonio. Il nostro programma di riduzione del carico sulla National Grid non si ferma qui: la ricerca di nuovi miglioramenti prosegue, sia per quanto riguarda la riduzione dei consumi d'energia sia per come minimizzare le emissioni carboniose.

Il nostro obiettivo è garantire ai clienti che l'energia elettrica impiegata dall’Azienda proverrà esclusivamente da fonti rinnovabili, in aggiunta a quella prodotta dai pannelli solari del nostro Engine Manufacturing Centre di Wolverhampton, una delle maggiori installazioni europee da tetto.


Dichiara Béatrice Bigois, Managing Director of Customers di EDF Energy: "EDF Energy è lieta di annunciare che seguiteremo a fornire a Jaguar Land Rover il 100% di energia rinnovabile per i prossimi 3 anni.

"Jaguar Land Rover è un apprezzato partner di EDF Energy- con il quale condividiamo l'impegno alla sostenibilità; siamo molto orgogliosi di collaborare con il maggiore costruttore automobilistico britannico per il raggiungimento dei suoi obiettivi di riduzione delle emissioni carboniose.
"

Il programma di acquisti rinnovabili Jaguar Land Rover opera nell'ambito di un più vasto contesto di sostenibilità. Il più recente rapporto societario sulla sostenibilità, pubblicato oggi, mostra i risultati conseguiti:

  • Il 32% di riduzione media delle emissioni allo scarico di CO2 da parte delle flotte europee (2015 in confronto al 2007).
  • Oltre il 38% di riduzione dell'energia per veicolo prodotto, rispetto al 2007 (produzione in UK).
  • Per la ricerca e lo sviluppo della propulsione elettrica, ibrida e convenzionale sono stati investiti oltre 3 miliardi di sterline in tecnologia, design, ingegnerizzazione e produzione.
  • In un solo anno (dato ad ad aprile 2016) sono state recuperate più di 50.000 tonnellate di scarti d'alluminio - sufficienti per 200.000 scocche Jaguar XE. Riciclando questo alluminio l'immissione nell'atmosfera di CO2 è stata ridotta di oltre mezzo milione di tonnellate di CO2.
  • I nuovi edifici sono stati progettati secondo gli standard più elevati, come la qualifica "Eccellente" del BREEAM (Building Research Establishment). Il BREEAM incita i progettisti a focalizzarsi sulla riduzione delle emissioni carboniose minimizzando il bisogno energetico degli edifici – prima ancora di dedicarsi all'efficienza energetica ed alle tecnologie a basso contenuto di carbonio.