AGGIORNA IL TUO BROWSER

Siamo spiacenti, questo browser non è aggiornato e non può essere supportato. Aggiorna il tuo browser per accedere alle funzioni avanzate di questo sito.

CLOSE LABEL

NUOVA RANGE ROVER VELAR: SCELTA DI POTENZA PER IL SUV DI LUSSO IBRIDO.

La gamma motori della nuova Velar soddisfa qualsiasi esigenza: la P400e plug-in con emissioni di 49 g/km*, una nuova famiglia di sei cilindri in linea benzina e diesel, ed efficienti quattro cilindri diesel - tutti disponibili con opzione MHEV.

La famiglia Range Rover ha completato l'elettrificazione.

NUOVA PLUG-IN HYBRID ‘P400e’

Anche la Velar presenta un modello Plug-in** con la P400e. Il nuovo 2 litri quattro cilindri P400e Plug-in offre raffinatezza di guida con i suoi 404 CV (combinati) e 640 Nm di coppia erogati dal motore a benzina da 300 CV e da quello elettrico da 105 kW, ed un'accelerazione 0-100 km/h in 5,4 secondi.

La batteria agli ioni di litio da 17,1 KWh situata sotto il portabagagli può essere ricaricata all’80% in soli 30 minuti †, ad una stazione DC a carica rapida, o in un'ora e 40 minuti con una wallbox da 7kW. Con un'autonomia all-electric di 53 km* ad emissioni zero, consumi di 2,2 litri / 100 km*, ed emissioni di CO2 di soli 49 g/km la Range Rover Velar è oggi ancor più sostenibile.

Il propulsore PHEV è accoppiato ad una trasmissione automatica ad 8 rapporti, leggera ed efficiente che contribuisce a bassi consumi ed emissioni.

Colin Kirkpatrick, Chief Product Engineer di Range Rover Velar, dichiara: " La nuova Range Rover Velar P400e possiede tutta la caratteristica raffinatezza Range Rover. Offre una guida divertente e scorrevole e la stessa potenza di un tre litri a benzina, ma con maggiore coppia e migliori consumi. Sono presenti tutte le capacità all-terrain Velar, con simile luce libera dal suolo tra il modello ibrido e quello non elettrificato. Ed ancora, l'autonomia in propulsione elettrica di 53 km* significa poter realisticamente andare al lavoro o a passeggio in città ad emissioni zero. Crediamo che, con il nostro infotainment Pivi e l'app Remote - che segnala le stazioni di ricarica più vicine, la carica della batteria e consente di precondizionare il veicolo per la migliore autonomia - la nostra Velar sia davvero irresistibile per chi desidera possedere un veicolo elettrico."

La ricarica della Velar può essere effettuata in tre modi, il più veloce dei quali è tramite una stazione rapida da 32 kW DC, che porta la batteria all'80% in soli 30minuti. Con un cavo Mode 3 e una wallbox da 7 kW (32 A), la stessa carica viene raggiunta in un'ora e 40 minuti.. Un cavo Mode 2 impiega invece 5 ore e 29 minuti, per raggiungere l'80% di carica (10 A; a seconda dei mercati e dell'hardware) . Così la Range Rover VelarP400e può essere ricaricata di notte con una presa domestica.

Oltre al risparmio di tempo e denaro, la PHEV può attendersi un elevato valore residuo.

La scelta fra le tre modalità di propulsione dipende dal tipo di percorso, urbano o su lunghi percorsi autostradali:

1. Modalità EV (Electric Vehicle) - il veicolo viaggia utilizzando l'energia della batteria, a zero emissioni.

2. Modalità HYBRID (modalità di default) - combina la propulsione elettrica con quella del motore a benzina. Questa modalità ottimizza il comfort ed economia offerti dal sistema ibrido che abbina senza soluzione di continuità la propulsione del motore elettrico e del motore termico. La strategia del veicolo si adatta alle condizioni di guida ed alla carica residua della batteria. Inoltre inserendo una destinazione nel navigatore la funzione Predictive Energy Optimisation (PEO) integra intelligentemente la rotta e la posizione GPS per massimizzare risparmio e comfort sul percorso selezionato.

3. Modalità SAVE - dà la priorità al motore a combustione mantenendo lo stato di carica della batteria al livello preselezionato, per utilizzarla in un determinato punto del viaggio - ad esempio in aree urbane.

RANGE ROVER VELAR P400e

· Max Potenza e Coppia: 404CV / 640Nm††

· 0-100 km/h 5.4 secondi

· Consumo combinato (VLTP): 2.2 l/100km*

· Emissioni CO2 combinate WLTP: 49g/km*

· Autonomia all-electric: 53km *

· Tempo di ricarica veloce: 0-80 % in 30 minuti

NUOVI SEI CILINDRI INGENIUM DIESEL E BENZINA

Sulla Range Rover Velar fa il suo debutto anche una nuova famiglia di sei cilindri in linea Ingenium da 3.0 litri. L'ultima generazione di motori benzina e diesel -sviluppata internamente- è disponibile con tecnologia MHEV a 48 Volt per la migliore efficienza e reattività.

La soluzione MHEV a 48 Volt soddisfa i più severi standard mondiali sulle emissioni. Questo sistema impiega un generatore/starter a cinghia posto nel vano motore, che recupera l'energia normalmente persa in decelerazione per immagazzinarla in una batteria agli ioni di litio da 48 Volt situata sotto il bagagliaio. Questa assiste il motore in accelerazione, e contribuisce anche alla raffinatezza e alla reattività del sistema stop/start. Il sistema è conforme alle normative Real Driving Emissions Step 2 (RDE2) sulle emissioni di NOx.

Il benzina Ingenium sei cilindri in linea è disponibile sulla Range Rover Velar in due versioni. Il P340 eroga 340 CV con 480 Nm di coppia ed accelera il veicolo da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi. Il più potente P400 eroga 400 CV e 550 Nm di coppia, accelera il veicolo da 0 a 100 km/h in 5,5 secondi, e presenta emissioni di CO2 pari a 221 g/km*. Il P400 è il più potente motore non SV della Range Rover Velar.

Il sei cilindri benzina Ingenium è più leggero di 12,9 kg del precedente motore, e vanta numerose innovazioni. Il compressore elettrico è supportato da un turbo twin scroll; il condotto di scarico è suddiviso in due settori ognuno dei quali alimenta il turbo da tre cilindri. Ciò separa il flusso e distanzia gli impulsi di scarico per una migliore guidabilità a partire dai bassi regimi.

L'Alzata delle Valvole Continuamente Variabile offre maggiore efficienza nell'erogazione di potenza e coppia, variando l'ampiezza dell'apertura valvole di aspirazione per la migliore risposta.

Anche il sei cilindri in linea D300 diesel è più leggero di 7 kg del suo predecessore, ed eroga 300 CV con 650 Nm di coppia, accelerando il veicolo da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi.

La turbo compressione sequenziale e il sistema di post-trattamento ne fanno uno dei diesel più puliti del mondo. Le innovative tecnologie includono un nuovo sistema di iniezione ad alta pressione che opera fino a 2.500 bar con cinque iniezioni per ciclo, con quantità ridotte fino a 0,8 milligrammi in 120 microsecondi.

Il ricircolo dei gas di scarico allo stato dell'arte ottimizza efficienza e raffinatezza, mentre due turbo sequenziali a geometria variabile offrono controllo preciso e risposta immediata. I nuovi motori possono erogare il 90% della potenza massima a 2000 giri/1' in poco più di un secondo.

I nuovi Ingenium diesel in linea sono a norma RDE2 ed Euro 6d-final, con tecnologia MHEV a 48 Volt che incrementa la reattività e l'economia di consumo. I nuovi sei cilindri in linea Ingenium sono fra ii più puliti del mondo.

QUATTRO CILINDRI DIESEL INGENIUM

La nuova generazione D200 di motori 4 cilindri Ingenium da 2.0 litri diesel sostituisce i precedenti D180 e 240, eroga 204 CV con emissioni di CO2 a partire da 165 g/km*, presenta consumi fino a 6.3l/100km) *, e vanta robuste prestazione e vivace reattività. Questo propulsore è anche disponibile con tecnologia MHEV per una maggiore efficienza rispetto alle precedenti motorizzazioni.

Il peso ridotto di 2 kg rispetto al motore precedente contribuisce, insieme alle nuove tecnologie, ai consumi ridotti e alla maggiore raffinatezza. La temperatura ottimale viene raggiunta più rapidamente grazie al sistema di raffreddamento sdoppiato con controllo elettronico della pompa del refrigerante e mappatura del termostato. Per risparmiare energia il sistema di lubrificazione varia la portata secondo il carico e il regime di giri.

Anche i cambiamenti ai sistemi di sovralimentazione e alla combustione hanno contribuito alla riduzione del peso, mentre gli attriti interni sono diminuiti del 17 %. Una combinazione di contralberi con ingranaggi rotoidali e molle a torsione, iniettori a solenoide e monoblocco rigido in alluminio offrono la migliore raffinatezza al guidatore. I contralberi minimizzano vibrazioni e rumori, il sistema di iniezione a 1800 bar a solenoide riduce il rumore polverizzando più finemente il carburante. il risultato è una combustione più regolare e costante.

La gamma motori della Range Rover Velar in Italia:

Diesel

· D200 – 204 CV, 2.0-litri 4 cilindri diesel MHEV, 430 Nm di coppia a 1750-2500 rpm, trasmissione automatica 8 rapporti, AWD

· D300 – 300 CV, 3.0-litri 6 cilindri diesel MHEV, 650 Nm di coppia a 1500-2500 rpm, trasmissione automatica 8 rapporti, AWD

Benzina

· P400 – 400 CV, 3.0-litri 6-cilindri benzina MHEV, 550 Nm di coppia a 2000-5000 rpm

· P400e – 404 CV, 2.0-litri 4-cilindri benzina PHEV, 640 Nm di coppia a 1,500-4,400 rpm

CAPACITA' E RAFFINATEZZA SENZA PARI

Il progredito chassis della Velar offre il massimo del comfort, della dinamica e delle capacità all-terrain. Le sofisticate sospensioni anteriori a doppi bracci oscillanti seguono i principi del design automobilistico sportivo, con giunti e cuscinetti particolarmente rigidi per assicurare una sterzata esemplare, massima maneggevolezza e precisione. L'alluminio è largamente impiegato per ridurre il peso, mentre i bracci inferiori in acciaio garantiscono la massima durata nelle ardue condizioni dell'off-road.

L'assale posteriore Integral Link, con braccetti di convergenza e bracci oscillanti superiori in alluminio forgiato, garantisce l'elevata rigidità laterale necessaria ad un'impareggiabile e precisa maneggevolezza e la minore rigidità longitudinale richiesta per offrire comfort e raffinatezza ai massimi livelli. Integral Link è il sistema di sospensioni posteriori più raffinato ed efficace oggi disponibile; garantisce inoltre un impiego dello spazio particolarmente funzionale, minimizzando l'ingombro delle sospensioni nel vano bagagli.

Tale sistema offre anche un'eccezionale articolazione delle ruote, assicurando che la Velar possa superare ogni concorrenza su qualsiasi terreno. Con angolo di attacco di a 27,5°, angolo di dosso di 23,5° e angolo di uscita di 29,5° la Velar stabilisce nuovi standard di capacità off-road nel segmento dei SUV medi.

La Velar offre le sospensioni pneumatiche di serie su tutti i sei cilindri e i 4 cilindri HSE, o a molle elicoidali di serie con i 4 cilindri S e SE e sull'ibrida Plug-in. ** La luce libera da terra è di 213 mm per le sospensioni a molle e 251 mm per quelle pneumatiche. Il sistema offre eccezionale comfort e capacità off-road migliorate.

Oltre i 105 chilometri orari l'altezza di marcia delle sospensioni pneumatiche diminuisce di 10 mm, per ridurre la resistenza aerodinamica e migliorare i consumi. La funzione Auto Access Height abbassa automaticamente le sospensioni di 40 mm quando il motore viene spento, facilitando la salita e la discesa dei passeggeri.

In modalità off-road, ad una velocità inferiore ai 50 km/h, l'altezza di marcia aumenta di 46 mm rispetto alla modalità Normal, con un'altezza da terra di ben 251 mm, da primato del segmento, per poi scendere automaticamente di 18 mm a velocità comprese fra i 50 e gli 80 km/h. Questo produce una combinazione ideale di stabilità, comfort e altezza da terra durante i viaggi lunghi su superfici sconnesse o strade non asfaltate.

Le sospensioni pneumatiche sono di grande aiuto anche nel superamento dei guadi. La funzione Grounding Detection può automaticamente alzare il veicolo per superare eventuali ostacoli sommersi che il guidatore non può vedere. L'aumento dell'altezza da terra può essere azionato premendo il freno ed un pulsante sul touchscreen. Essendo autolivellanti, le sospensioni pneumatiche mantengono l'altezza di marcia ottimale anche con un rimorchio o con un carico pesante, per il massimo comfort dei passeggeri. Ed ancora si dimostrano utilissime per agganciare un rimorchio o durante il carico e lo scarico: i comandi nel vano bagagli consentono di alzare o abbassare le sospensioni rispettivamente di 50 mm.

DINAMICA OTTIMALE

Il sistema Adaptive Dynamics è standard su tutti i modelli sei cilindri e PHEV, e sui 4 cilindri HSE. Controllando i movimenti delle ruote e della scocca 500 volte al secondo, il sistema varia senza soluzione di continuità la funzione di ammortizzazione ai quattro angoli del veicolo. Ciò assicura che la rigidità delle sospensioni sia ottimale per le condizioni di guida, migliorando il comfort di marcia e la maneggevolezza. Esiste anche una taratura specifica per la guida in off-road.

Il sistema Configurable Dynamics, disponibile su tutta la gamma, consente al guidatore di predisporre le regolazioni del veicolo a seconda delle proprie preferenze, tramite il touchscreen. Nella regolazione Dynamic Mode, la risposta all'acceleratore è più rapida, i cambi di marcia vengono anticipati per uno stile di guida sportivo, le sospensioni sono più rigide e l'assistenza del servosterzo viene ridotta, per offrire un maggiore feedback al pilota. Inoltre, il Configurable Dynamics consente di regolare ogni parametro singolarmente; ad esempio la risposta rapida all'acceleratore può essere abbinata alla regolazione standard delle sospensioni.

Lo sterzo servoassistito della Velar (EPAS) è stato studiato per offrire un feedback impareggiabile, precisione e sensibilità. L'ottimizzazione degli algoritmi di compensazione dell'attrito e dell'inerzia assicura una risposta dello sterzo totalmente intuitiva, ed il sistema attivo di ritorno innesca un naturale effetto autocentrante, con lo sterzo che ritorna in posizione di marcia in rettilineo. Questo sistema a rapporto variabile garantisce una reattività che aumenta con i giri del volante.

l'EPAS migliora l'efficienza e l'esperienza di guida. Poiché assorbe energia solo quando il volante viene ruotato può ridurre anche del 3% i consumi del ciclo europeo combinato rispetto ai sistemi idraulici.

Il sistema Torque Vectoring by Braking (TVB), di serie su tutti i modelli, incrementa ulteriormente l'agilità del veicolo. Se viene rilevato l'inizio di un sottosterzo nell'ingresso in curva, il dispositivo può frenare dolcemente le ruote interne - in particolare quella posteriore - per contribuire a mantenere la traiettoria desiderata. Il TVB è utile anche a bassa velocità su superfici a scarsa aderenza, come fango o neve.

CAPACITA' E COMPOSTEZZA SU OGNI SUPERFICIE

Velar vanta un ventaglio di tecnologie evolute che garantiscono eccezionale compostezza e agilità su asfalto e capacità da primato per la categoria in off-road.

La più importante di queste è la trazione integrale intelligente con controllo di coppia (AWD), che ottimizza la distribuzione della coppia a seconda delle condizioni, - dalla guida dinamica su asfalto alla partenza su superfici ghiacciate.

Il sistema è realizzato a partire da una scatola di rinvio a singola gamma di rapporti con frizione multidisco a bagno d'olio e trasmissione a catena all'assale anteriore. Oltre alla silenziosità ed alla compattezza, il maggior pregio del sistema è la velocità: in base alle condizioni può completare in soli 165 millisecondi la transizione da un 100% di coppia al posteriore al bloccaggio; il trasferimento della coppia all'asse anteriore può essere completato in soli 100 millisecondi. Ciò rende il sistema AWD molto reattivo, e consente performance eccellenti in ogni situazione.

La distribuzione della coppia fra i due assali è gestita dall'Intelligent Driveline Dynamics (IDD), un raffinato sistema di controllo progettato in Jaguar Land Rover. Dai vari sensori posti intorno al veicolo, l'IDD riceve dati che includono l'angolo di sterzo, la posizione dell'acceleratore, l'accelerazione laterale e l'imbardata. Con questi dati l'IDD calcola ininterrottamente l'attrito fra l'area di contatto a terra dello pneumatico e la superficie del terreno - e quanto del grip disponibile venga effettivamente utilizzato.

Con un tale livello di intelligenza l'IDD può utilizzare strategie di controllo preventive o reattive per ottimizzare la distribuzione della coppia, massimizzando la trazione e migliorando la dinamica del veicolo. Per rendere ancora più efficace l'IDD, questo è collegato ai sistemi Dynamic Stability Control, Torque Vectoring e, ove presente, al differenziale posteriore attivo bloccabile.

Quest'ultimo, disponibile sui modelli a sei cilindri, offre diversi vantaggi su asfalto ed in off-road. Il controllo elettronico del pacco frizioni a bagno d'olio consente al differenziale di ottimizzare la distribuzione della coppia fra le ruote posteriori in funzione del trasferimento di carico e dell'attrito della superficie, massimizzando così la trazione in partenza, in uscita dalle curve e nell'off-road impegnativo.

Il Terrain Response 2 di Land Rover consente di effettuare una serie di regolazioni del veicolo in base alle condizioni del terreno, con la scelta fra le modalità Eco, Comfort, Grass-Gravel-Snow, Mud-Ruts, Sand, Dynamic e Automatic. Ognuno di questi programmi modifica le tarature del motore, della trasmissione, della trazione integrale, delle sospensioni e dei sistemi di controllo della stabilità, fino ad ottenere la trazione e la compostezza ottimali.

Le credenziali all-terrain da primato della classe della Velar sono corroborate da un consistente portafoglio di tecnologie off-road. Le novità 2020 includono due nuovi dispositivi: il sistema Surround Camera 3D e il ClearSight Ground, entrambi di serie.

Il sistema 3D di videocamere Surround offre una visuale 3D sul touchscreen centrale da 10", facilitando le manovre a bassa velocità e su differenti superfici. Il dispositivo può anche mostrare una visuale in pianta, come ripresa dall'alto, che sembra far sparire il veicolo - utile nelle manovre su varie superfici.

Un'altra novità della Range Rover Velar è il ClearSight Ground View, consentito dal sistema Surround Camera 3D. Il sistema riunisce le immagini delle videocamere per offrire una vista virtuale dell'area nascosta dal cofano, rendendo quest'ultimo "invisibile". Le videocamere posizionate sulla griglia frontale e sugli specchietti rappresentano accuratamente i differenti terreni e i potenziali pericoli. Una vista virtuale a 180° facilita le manovre fino alla velocità di 30 km/h.

L'All Terrain Progress Control (ATPC) funziona come un cruise control a bassa velocità e governa la velocità del veicolo sui terreni più impegnativi, cosicché il guidatore può concentrarsi solo sul volante, senza doversi occupare di acceleratore e freni. Il sistema viene attivato premendo un pulsante, e la velocità desiderata è inserita tramite i comandi del cruise control sul volante.

L'ATPC lavora anche in retromarcia ed è operativo fra i 3,6 ed i 30 km/h. È particolarmente utile nell'off-road in ambienti difficili, dove è richiesto un avanzamento lentissimo e costante per preservare la compostezza del veicolo e il comfort dei passeggeri.

Il Low Traction Launch consente di partire dolcemente su superfici a scarsissima aderenza. Il sistema, attivato tramite il touchscreen inferiore del sistema di infotainment, rende particolarmente progressiva la risposta dell'acceleratore, riducendo la possibilità di slittamento.

Al di sopra dei 30 km/h, la taratura dell'acceleratore ritorna automaticamente a quella del Terrain Response precedentemente selezionata.

L'Hill Descent Control (HDC) si avvale dell'ABS per controllare la velocità del veicolo su discese ripide, senza che sia necessario l'intervento del guidatore. L'HDC include il Gradient Release Control, che nelle partenze in discesa gestisce il rilascio graduale dei freni.

L'ultima novità del menù 4x4 riguarda le informazioni sulle pendenze - il display mostra i gradi di inclinazione e le immagini delle video camere anteriore e posteriore - oltre ai dati usuali come l'angolo di sterzo, la distribuzione della coppia, l'articolazione delle sospensioni e le rilevazioni del Wade Sensing.

*Dati di emissioni, consumi ed autonomia all-electric sono EU–WLTP (TEL) Combinati
**Tutti i modelli Velar sono disponibili per ordinazioni Le consegne dei modelli Plug-in inizieranno agli inizi del 2021
† Tempo di ricarica con stazioni da 32kW e 100kW DC (la ricarica sarà limitata a 32kW). Il tempo effettivo di carica varia a seconda delle condizioni ambientali, e dell'impianto di ricarica
††La potenza di picco del motore a combustione interna e di quello elettrico non vengono raggiunte allo stesso regime di giri.

Il contenuto video visualizzato all'interno di quest'area del nostro sito web richiede l'utilizzo di cookie. Se desideri visualizzare questo contenuto, modifica le tue preferenze sui cookie, per fornire il consenso per i seguenti tipi di cookie:
  • Analitici
  • Marketing e Pubblicità