RANGE ROVER EVOQUE: LUSSUOSA ED ELETTRICA.

La nuova Range Rover Evoque presenta una gamma di PHEV e MHEV capace di soddisfare ogni esigenza del cliente. Due nuove motorizzazioni mild hybrid diesel si aggiungono al lancio del primo 3 cilindri Land Rover P160 - lo stesso impiegato nell'ibrida P300e. La gamma Ingenium è stata aggiornata nel 2020 secondo le normative più stringenti, e offre maggiori prestazioni, efficienza, riduzione dei consumi e delle emissioni.

Nuovo ed efficiente 3 cilindri Ingenium

Il primo PHEV dell'Evoque, la P300e, ha portato nuovi livelli di efficienza, con un’autonomia in modalità elettrica di 55 km*. La gamma degli Ingenium diesel e benzina è stata ulteriormente migliorata ed offre una maggiore possibilità di scelta e grande efficienza. Le emissioni sono state ridotte su tutta la gamma e l'introduzione del 3 cilindri benzina Ingenium - il P160 - offre un accesso efficiente e raffinato al mondo Evoque. Il nuovo motore è il più recente membro della famiglia modulare Ingenium, che ora conta varianti a 3,4 e 6 cilindri.

Il P160 eroga 160 CV con 260 Nm di coppia, e garantisce un attraente blend di prestazioni ed economia grazie alla leggerezza ed alla trazione 2WD. La vivacità in accelerazione (0/100 km/h in 10,3 secondi) è accoppiata ad una guida raffinata grazie anche alla trasmissione automatica ad otto rapporti, di serie. Il più piccolo motore Land Rover offre un efficiente accesso al mondo Evoque con emissioni di CO2 da 180g/km**e consumi da 8,0l/100km) **.

Il tre cilindri Ingenium è lo stesso che equipaggia la P300e PHEV. Il 3 cilindri è abbinato all' Electric Rear Axle Drive, il motore elettrico sull'asse posteriore, per una potenza totale di 309 CV, con un consumo pari a 2,0l/100km * ed un'autonomia in modalità elettrica di 55 km *. La P300e registra emissioni di CO2 pari a 44 g/km e è in grado di ricaricare l'80% della batteria in soli 30 minuti.

I due diesel 4 cilindri Ingenium di prossima generazione offrono entrambi la tecnologia MHEV, e potenze di 163CV e 204 CV.

Questo propulsore in alluminio - 37 kg più leggero del 4 cilindri - offre raffinatezza e prestazioni abbinate ad economia di consumi. Questo motore di ridotta cilindrata vanta livelli eccezionalmente bassi di attriti, il che contribuisce alla sua grande efficienza. Il condotto di scarico è integrato nella testata in alluminio, abbreviando così i tempi di riscaldamento e minimizzando la distanza fra le valvole di scarico e la turbina del turbocompressore, per una maggiore reattività.

La configurazione a tre cilindri migliora il flusso dei gas di scarico assicurando che la girante generi un incremento pressoché istantaneo della pressione di sovralimentazione. L'efficiente Raffreddamento ad Acqua dell'aria di Sovralimentazione fa sì che la densità dell'aria aspirata nella camera di combustione rimanga elevata, migliorando ulteriormente prestazioni ed efficienza a tutti i regimi di rotazione del motore.

Il tre cilindri, come le varianti ibride a quattro cilindri - monta un alternatore/starter integrato a cinghia (BiSG). Questo lavora a fianco dell'ERAD per la frenata rigenerativa, ricarica la batteria in decelerazione e consente anche operazioni di stop/start più rapide e silenziose rispetto ad un tradizionale motorino di avviamento.

La scelta si amplia con i motori a benzina nelle versioni P200, P250 e P300, tutti con tecnologia MHEV. Il sistema mild hybrid recupera l'energia normalmente persa in decelerazione e la reimpiega tramite un generatore/starter a cinghia ed una batteria sotto il pavimento. Il motore può venire spento in frenata a bassa velocità per ridurre i consumi, e assistere poi durante l'accelerazione.

NUOVI DIESEL EFFICIENTI 2020

Sono disponibili due quattro cilindri Ingenium di prossima generazione, entrambi con tecnologia MHEV. Con uno starter a cinghia ed un pacco batterie, i veicoli MHEV recuperano l'energia normalmente persa in decelerazione rinviandola alla batteria da 48 Volt del veicolo a tutto vantaggio delle prestazioni e dei consumi. Con potenza rispettivamente di 163 CV e 204 CV questi motori sono più potenti dei precedenti, con migliori dati di emissioni e consumi.

Il D165 è più potente ed efficiente del motore precedente. Con 163 CV (120 kW) e coppia di 380 Nm il motore, brillante e reattivo, accelera da 0 a 100 km/h in 9,8 secondi. Il nuovo motore è disponibile con trasmissione automatica e 4x4 o in versione con trasmissione manuale e trazione anteriore, con emissioni di CO2 da 158 g/km ** e consumi da 6,0l/100km**.

Il più potente D200 eroga 204 CV (150 kW) con una coppia di 430 Nm; accelera da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi e registra emissioni di CO2 pari a 169 g/km.*.

I miglioramenti dei dati di consumo rispetto ai propulsori precedenti provengono da una serie di modifiche alla combustione, e alle riduzioni degli attriti. Il bilanciamento del motore è stato rivisto per una maggiore raffinatezza, e gli iniettori a solenoide offrono combustione più costante e regolare. Il rigido monoblocco in alluminio pesa 2 kg meno del precedente.

LA NUOVA GAMMA MOTORI:

Diesel:

§ D165 – 163CV (120kW), 2.0-litri 4 cilindri diesel MHEV, 380Nm di coppia a 1,500-2,500rpm

§ D200 – 204CV (150kW), 2.0-litri 4 cilindri diesel MHEV, 430Nm di coppia a 1,750-2,500rpm

Benzina:

§ P160 – 160CV (118kW), 1.5-litri 3 cilindri benzina, 260Nm di coppia a 1,600-4,000rpm

§ P200 – 200CV (147kW), 2.0-litri 4 cilindri benzina MHEV, 320Nm di coppia a 1,200-4,000rpm

§ P250 – 249CV (184kW), 2.0-litri 4 cilindri benzina MHEV, 365Nm di coppia a 1,300-4,500rpm

§ P300 – 300CV (221kW), 2.0-litre 4 cilindri benzina MHEV, 400Nm di coppia a 1,500-4,500rpm

§ P300e – 309CV (227kW), 1.5-litri 3 cilindri benzina + motore elettrico, 540Nm di coppia a 2,000-2,500rpm

PHEV P300e

La Range Rover Evoque è ora disponibile con tecnologia PHEV, con tutte le prestazioni, la raffinatezza e le capacità che i clienti pretendono, con una autonomia in modalità EV che arriva a 55 km** ed emissioni di CO2 di 44 g/km **.

Denominata P300e, l'Evoque PHEV è basata sulla piattaforma Land Rover "Premium Transverse Architecture" progettata per l'introduzione dei modelli hybrid mantenendo tutte le qualità Land Rover in off-road. La nuova plug-in P300e si aggiunge agli esistenti MHEV a 48 Volt, portando nuovi livelli d'efficienza al settore dei SUV compatti premium.

Il nuovo modello offre prestazioni sostenibili combinando un motore a benzina 1,5 litri Ingenium 3 cilindri da 200 CV (147 kW) con un motore elettrico da 109 CV (80 kW) integrato nell'assale posteriore, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 15 kWh situata sotto i sedili posteriori. Il dato di accelerazione da 0 a 100 km/h è di 6,4 secondi.

L'efficienza è notevole: La Range Rover Evoque P300e emette 44 g/km di CO2* e percorre fino a 55 km in sola propulsione elettrica, *con consumi di 2,0l/100km*.

Range Rover Evoque P300e

§ Potenza/coppia complessive: 309CV (227kW) / 540NmΔΔ

§ Consumo combinato WLTP; 2,0l/100km **

§ Emissioni combinate di CO2 WLTP: 44g/km**

§ Autonomia Ev: 55km**

§ Tempo di ricarica veloce: 0-80% in 30 minuti

Modalità selezionabili:

Sono selezionabili tre modalità di guida a seconda delle condizioni:

1. Modalità HYBRID (di default) – combina automaticamente la potenza del motore termico ed elettrico. La strategia del veicolo si adatta alle condizioni di guida ed alla carica residua della batteria. Inoltre, inserendo una destinazione nel navigatore la funzione Predictive Energy Optimisation (PEO) integra intelligentemente la rotta e la posizione GPS per massimizzare risparmio e comfort sul percorso selezionato.

2. Modalità EV (Electric Vehicle) - il veicolo viaggia con la sola propulsione elettrica, utilizzando l'energia della batteria: una soluzione ideale per spostamenti silenziosi ad emissioni zero.

3. Modalità SAVE - dà la priorità al motore a combustione mantenendo lo stato di carica della batteria al livello preselezionato.

TECNOLOGIA PHEV

La nuova Range Rover Evoque P300 si basa sulla piattaforma Land Rover "Premium Transverse Architecture", progettata per l'introduzione dei modelli PHEV e MHEV. L'hardware è situato sotto il pavimento senza detrimento per gli spazi interni.

L'Electric Rear Axle Drive (ERAD) è alimentato da una batteria da 15 kWh agli ioni di litio situata sotto i sedili posteriori. La batteria è composta da 84 celle prismatiche disposte in sette moduli da 50 Ah, composti da 12 celle ciascuno, ed è posta su un pannello da 6 mm di spessore che la protegge senza incidere sulle prestazioni all-terrain.

L'Electric Rear Axle Drive (ERAD) impiega un motore sincrono a magneti permanenti compatto ed efficiente. Per ottimizzare lo spazio i semiassi sono concentrici rispetto al motore e al riduttore a singolo rapporto, mentre l'inverter è integrato nel carter dell'ERAD. Il modulo ERAD è integrato nel sistema di sospensioni posteriore Integral Link.

A velocità superiori ai 135 km/h il motore elettrico viene disaccoppiato per ridurre la perdite meccaniche, per reinnestarsi se la velocità diminuisce.

L'unità di controllo dell'energia, l'high-voltage junction box (HVJB) posta sotto i sedili anteriori è un'altra novità di progetto. Questo comprende: Il Convertitore CC (converte la corrente ad alta tensione della batteria ibrida in una a bassa tensione per l'alimentazione della rete di bordo a 12 Volt) e il caricabatterie di bordo da 7 kW per la ricarica della batteria ibrida.

Vicino a questo si trova un alternatore/starter/inverter integrato a cinghia (BiSG) che grazie ad una intelligente gestione elettrica può inviare l'energia di recupero alla batteria ad alta tensione per un consumo successivo, o per un impiego immediato a supporto della trazione 4x4.

Un nuovo sistema frenante "by wire" sostituisce il tradizionale servofreno a depressione, e abbina perfettamente la frenata rigenerativa e ad attrito, per un sensibilità al pedale precisa e costante. Il sistema può offrire una decelerazione di 0,2 g in frenata rigenerativa, massimizzando l'efficienza del veicolo del quale impiega l'energia cinetica per ricaricare la batteria.

L'intelligente distribuzione dei componenti PHEV sulla struttura migliora la dinamica abbassando il baricentro del veicolo del 6% e ottimizzandone la distribuzione dei pesi sugli assali.

RICARICA

La nuova P300e PHEV è disponibile con cavo Mode 2 che completa la ricarica da una presa in 6 ore e 42 minuti, ideale per la ricarica notturna. Per una maggiore velocità il cavo Mode 3 si innesta in una wallbox domestica da 7 kW in CA o una colonnina pubblica in CA e ricarica da 0 all'80% in soli 84 minuti. Tempi di ricarica inferiori si ottengono alle colonnine pubbliche in CC: con 32 kW di CC si arriva d 0 all'80% della carica in soli 30 minuti. .

Lo sportello del bocchettone di ricarica è sul parafango posteriore - sul lato opposto a quello del carburante.

Il cliente può connettersi con la Range Rover Evoque PHEV tramite l'app InControl Remote†† di Land Rover. Che ci si trovi a casa o fuori è possibile con questa app monitorare lo stato di carica del veicolo, prepararlo per il prossimo viaggio o stabilire un orario per la ricarica se esistono tariffe più convenienti in funzione dell'ora.

E' possibile precondizionare la batteria e la temperatura della cabina prima di iniziare il viaggio: eseguire questa operazione quando il veicolo è connesso alla rete elettrica, senza consumare l'energia della batteria dopo la partenza massimizza l'autonomia e migliora il comfort dei passeggeri.

Nuova trasmissione automatica ad otto rapporti

Per il perfetto abbinamento con l'ERAD e le performance del motore è stata scelta una nuova trasmissione a otto rapporti. Oltre ad essere più leggera di 5 kg rispetto alla precedente a 9 rapporti, la nuova trasmissione è più raffinata e sensibile. E' parte integrante del sistema ibrido.

Costi di gestione

Nel Regno Unito un lavoratore percorre mediamente 30.2 km al giorno nel tragitto casa/ufficio Δ. La Range Rover Evoque P300e PHEV può compiere due volte questo percorso senza bisogno di ricarica.

Oltre al risparmio di tempo e danaro alle stazioni di servizio, questo si può tradurre in un elevato valore residuo del veicolo.

La Range Rover Evoque P300e PHEV è già ordinabile, con prezzi a partire da Euro 40.500, accanto alle versioni MHEV a 48 Volt e configurabile sul sito www.landrover.it

* Update ottobre 2020: Causa Covid-19 non siamo in grado di fornire i migliori dati WLTP Combinati di 62 km (autonomia EV) e 36 g/km di CO2 della Range Rover Evoque Le consegne della P300 inizieranno con livelli certificati di CO2 pari a 44 g/km ed autonomia EV di 55 km - che pongono il veicolo tra i leader del segmento. Il lavoro prosegue, per confermare la maggiore autonomia in elettrico e le inferiori emissioni di CO2
** Dati di emissioni, consumi e autonomia EV sono EU – WLTP (TEL) Combinati.I dati di consumo riportati sono stimati (Germania) per motori D165 (165CV) FWD e P160 (160CV) , i dati ufficiali certificati saranno confermati nel tardo 2020. Per soli fini comparativi. I dati reali possono differire. I dati di consumo ed emissioni possono variare a seconda dello stile di guida, condizioni ambientali carico ed accessori.
}Tempo di ricarica possibile con caricabatteria rapido da 50 o 100 kW CC (carica effettiva al veicolo limitata a 32 kW). Il tempo effettivo di ricarica dipende dalle condizioni ambientali e dall'impianto di ricarica
††^ Tutti i dispositivi del veicolo dovrebbero essere impiegati dal solo guidatore, e quando le condizioni di sicurezza lo consentono. Il guidatore deve assicurarsi di avere costantemente il pieno controllo del veicolo. Le funzioni di Incontrol App variano a seconda delle aree
Δ Il percorso medio singolo è di 9.4 miglia, (Department for Transport 2018 National Travel Survey)ΔΔ
La potenza di picco del motore a combustione interna e di quello elettrico non vengono raggiunte allo stesso regime di giri